Sex, drugs and sausage rolls

Tech and Life… as seen by Tallmaris (il Gran Maestro)

Maledetta primavera…

‘sta primavera inizia col piede storto…

L’episodio: torno a casa una sera tardi, giro 40 minuti per cercare un parcheggio, faccio giri sempre più larghi e prima di cercare posto più lontano di 1km, metto la macchina sulle strisce… La mattina dopo trovo lo specchietto divelto, chiaramente a mano, chiaramente di proposito.

La reazione: un po’ mi incazzo, ma mi passa subito… reagire con rabbia oltre ad essere inutile sarebbe l’innesco di un giochino di dispetti senza fine e poi è una macchina, c’ha 10 anni, ho aggiustato il tutto con un po’ di nastro e con 40 euro lo rimetto nuovo… non è quello il problema.

La riflessione: il problema è andare oltre il fatto singolo, capire quale contesto porta a reazioni del genere (mai successe prima) e quale Far West rischia di diventare il vivere in questa città… Il controllo è sempre più rarefatto: la polizia è un nemico e la legge un’opinione, il rispetto per l’autorità è ectoplasmico: è quasi naturale che il cittadino si senta in dovere di amministrare la giustizia da solo… ma più questa idea trova giustificata impunibilità nella testa della gente, più il divario tra i controllori e il cittadino si farà ampio, meno forte sarà il senso di responsabilità di ogni persona.

La conclusione: con il sentore che purtroppo questa spirale sia già iniziata e sia inarrestabile, mai come oggi mi chiedo che cosa mi trattiene a Roma o in Italia…

7 thoughts on “Maledetta primavera…

  • LemilleEunanotte says:

    Sai me lo chiedo anch’io e spesso….
    La risposta è che ovunque tu vada sempre merda umana troverai. Il declino della nostra civiltà ha raggiunto livelli mondiali ormai…

  • 6nur9 says:

    Rispondendo anche a HastaElAmorSiempre, hai ragione, la razza(ccia) umana fa un po’ schifo ovunque… ma quello che cambia sono i livelli di schifezza e dove essa si concentra (in quali "settori"). Ti assicuro che la merda che ho visto e vissuto a Roma difficilmente l’ho vista in altri posti "civilizzati"… poi se ci vogliamo confrontare con Johannesburg o altri posti dove devi stare attento a camminare per strada, allora ok, ma onestamente speravo (ora non piú di tanto) che l’Italia e Roma potessero aspirare a meglio.Io me ne sono scappato all’estero e, benché ci possano essere pro e contro, assicuro (e Tallmaris lo sa e l’ha visto) che una societá piú civile non é cosí utopistica. Qui se ti "avvicini" (non se vai sopra, basta avvicinarcisi!) alle strisce, si fermano le macchine in ambo le direzioni… prova a farlo a Roma! Questo é solo un esempio, ma ne potrei fare alre 100! E, seppur possono sembrare "piccole cose", a me basta per vivere sereno e tornare a casa senza aciditá di stomaco, come invece mi capitava a Roma!I politici italiani sono solo bravi a fare leggi ma non a farle rispettare… e allora servono a ben poco! A volte poi non si accorgono neanche che leggi che vogliono fare giá ci sono (che poi sono i primi a non rispettarle é un altro discorso)!Per me l’Italia ERA un grande paese, infatti si parla spesso della fama degli italiani, ma purtroppo riferita quasi sempre a grandissimi personaggi storici e raramente a qualcosa di attuale.Ok, sto degenerando e mi fermo. Il fatto é che la cosa che mi fa piú incazzare é quando le persone credono che la schifezza che vediamo in Italia sia normale e non ci si possa far nulla. NON É VERO!

  • Valentina says:

    Caro Leandro posso assicurarti che le crisi che vengono a te..a me vengono spessissimo. Basta uscire la mattina verso le 8.30 – 9,00 per capire quanto sia abbrutita la razza umana. Vi lamentate di Roma…venite a Palermo e vedrete che potreste rimanere scioccati. Esempi di vita quotidiana: impiegare un’ora per fare solo 7 Km in macchina per recarsi in un posto di lavoro, ordinare 3 panini insieme alle amiche a pausa pranzo e aspettare ben 30 minuti per poi sentirsi dire: ah, sì…stanno arrivando. E poi mi tocca dover subire quei patetici cartellivoluti dal sindaco di Palermo dove si decanta la rinascita di questa città e il fatto che "Palermo, città più cool di Italia". Mi chiedo con quale coraggio si possa sostenere una simile frase, visto che più tempo passa e più mi sento di vivere nel 4° mondo…con la differenza che almeno negli stati poveri la gente anzi riesce ad esser cordiale…qui sono tutti stressati e maleducati…per non dire animali di giungla! 
    Per non parlare poi del poco futuro e della poca sicurezza che l’Italia oramai offre a profusione…ovvio che poi la gente migliore scappa da questo paese. Prima li consideravo un pò vigliacchi che fuggivano perchè scoraggiati dalle difficoltà…adesso dico che hanno fatto bene….e magari mi piacerebbe avere questo "input" forte anche io per poter mandare a fanculo questo paese. Solo in passato era un grande paese, adesso è la terra delle chiacchiere, della corruzione, dei pulcinella. Mi dispiace, ma è quel che penso da tempo. Caro Leandro, come già ti ho detto poco tempo fa, fossi in te, considererei il fatto di andartene da tuo fratello. E cambiare vita. Io se avessi un simile "appoggio" lo avrei fatto ai tempi quando mi sono laureata. Ciao! Valentina   

  • Ernesta says:

    Ciao Leandro…sono venuta per leggere qualcosa di tuo…dei tuoi deliri notturni….ma vedo che siete tutti INCAZZATI!   Avete ragione…ragione da vendere….ma io, ormai alla mia età, ne ho viste tante che non riesco più neanche ad INCAZZARMI!!! Un sorriso     Ernesta  

  • claudia says:

    Purtroppo ognuno, in questa società, pensa "ai fatti propri"….domina l’egoismo e l’egocentrismo…. "Homo homini lupus" è un’espressione che si adegua bene anche alla società odierna. Potremmo rimettere le nostre speranze nei giovanissimi (gli adulti di domani), ma sinceramente ciò che vedo intorno è poco confortante.

  • Angela says:

    Eheheh… Riflessione più che lecita… La natura umana purtroppo è complessa, e quando appunto ci si sente poco "protetti" e soli nel contesto sociale in cui si vive, si procede con le leggi personali del "far west"…
    Un saluto cmq ;-)

  • Unknown says:

    Aggiungo la mia ultima esperienza caro Tall…esco per andare al lavoro, e trovo la macchina bloccata da chi l’ha lasciata in doppia fila;
    salgo a casa, chiamo i vigili e cosa mi sento rispondere? "se abbiamo qualcuno forse lo mandiamo…" .Sono rimasto 45 ad aspettare quell’imbecille, non ho pranzato e ho fatto tardi al lavoro; adesso dimmi se ti sembra strano, vista la risposta avuta dai vigili, se la prossima volta la macchina che mi blocca la faccio a pezzi….

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>